Domande e Risposte

Titoletto

LA NOSTRA GUIDA ALLA CASA IN TRONCHI

I parchi avventura rappresentano una soluzione innovativa e divertente per godere dell’aria aperta e per dare valore al territorio. Ogni fase in materia di realizzazione è fondamentale perché il risultato sia sicuro e di qualità, per questo è importante chiarire ogni dubbio.

Servono almeno 3000 mq di bosco con piante idonee.
Deve avere nelle vicinanze un ampio parcheggio o la possibilità di crearlo e deve essere raggiungibile anche dai pullman.
Utile, anche se non necessario, è l'accesso ai sottoservizi (quali acqua potabile, servizi di fognatura, corrente elettrica...) o la possibilità di attivarli.
Può essere costruito in un'area privata oppure pubblica data in concessione.

Per un parco avventura servono alberi d'alto fusto quali abeti e larici, ma anche latifoglie come castano, rovere, faggio, tiglio, pioppo, aventi diametro superiore ai 30 cm, misurati a 150 cm da terra.
Il numero delle piante varia a seconda del numero dei percorsi: ogni percorso ha normalmente 10/14 passaggi, perciò 3 percorsi richiedono una quarantina di piante idonee più le piante utilizzate per le controventature.

Serve il permesso di costruire rilasciato dal Comune e dalle Autorità legate ai vincoli che potrebbero essere presenti nell'area, per esempio quello idrogeologico, ambientale e paesaggistico, o dell'Ente Parco se a questo appartiene.

Oltre al progetto, la costruzione e il collaudo statico del Parco Avventura, si forniscono i nominativi delle Società di Certificazione e di Professionisti di fiducia affinché sia il Committente stesso a decidere se e chi chiamare.
Su richiesta della committenza, il contratto può essere altrimenti chiuso con noi con la fornitura diretta dei DPI e kit di soccorso, la formazione del personale, i documenti tecnici DVR, le certificazioni e il sistema di controllo per gli accessi.

Un parco avventura può essere costruito anche in artificiale, mediante strutture in legno lamellare diritte o semicurve o in alternativa con tronchi di larice scortecciato.

Il costo varia a seconda del numero e della tipologia dei percorsi, del tipo di alberatura, dell'accessibilità al cantiere, del tipo di terreno nel quale si lavora, ecc.
Indicativamente il costo per un parco di medie dimensioni si aggira attorno alle 130.000,00 euro+ iva.

Dipende dall’ubicazione del Parco (ambiente paesaggisticamente molto bello o vicino ad un centro urbano importante,...), dalla bontà della costruzione e dalla capacità di gestione e promozione del Parco.
Con questi presupposti, in 3/4 anni si può rientrare dei costi sostenuti.

Secondo la nostra filosofia e il nostro approccio lavorativo, un Parco ben costruito già dalla sua progettazione consente di raggiungere diversi risultati importanti e duraturi. Innanzitutto permette che l'utenza, sempre in massima sicurezza, si diverta e sperimenti con soddisfazione ed emozione i diversi percorsi a sua disposizione: oltre ad incrementare la media dei biglietti venduti, questo favorisce la divulgazione da parte dell'utente della bellezza di quanto vissuto e ritorni a ripetere con altri l'esperienza. In secondo luogo, comporta sia la riduzione del personale necessario per la gestione sia la durabilità degli elementi, quindi minori costi di manutenzione annui. Da ultimo, favorisce la valorizzazione del bosco e la continua innovazione nel tempo grazie agli ampliamenti futuri già pensati e autorizzati, così da non dover ripetere nei primi 4 anni l'iter burocratico per le autorizzazioni.

© 2020 all rights reserved, Geoneer di Malugani Emilio - P.IVA 0287971013 - Privacy Policy